Pressostati: una vasta gamma di qualità

I pressostati sono componenti elettromeccanici che consentono di rilevare variazioni della pressione applicata oltre un determinato valore prestabilito.
La soglia di intervento, chiamata anche “pressione d’azionamento”, è regolabile tramite una vite di regolazione che varia la lunghezza della molla di contrasto.

Filtra per marchio

La maggior parte dei pressostati utilizza un diaframma che, se sottoposto alla pressione da misurare, si muove e attiva il contatto meccanico in uscita.
Maggiore è la differenza tra le forze che incidono sulle sue due facce, maggiore sarà lo spostamento del diaframma.
Le forze che agiscono sulle due facce sono, da un lato la pressione da monitorare, e dall’altra può essere:

  • Una molla di contrasto, nei pressostati normali;
  • Un’altra pressione, nel caso si tratti di un pressostato differenziale.

I pressostati trovano applicazione nei sistemi di controllo in cui, a livello progettuale, è utile o necessario ottenere un cambiamento di stato ad un valore specifico di pressione.
I pressostati commercializzati da Repcom possono essere utilizzati per aria, gas, acqua e altri liquidi come oli o idrocarburi, a seconda delle caratteristiche costruttive della membrane e del contenitore.

 

Pressostati per acqua, per aria e per liquidi

A seconda del loro utilizzo finale, i pressostati possono suddividersi in numerose categorie.
I pressostati per acqua sono utilizzati per esempio nei sistemi di riscaldamento domestico, dove l’apertura di un rubinetto dell’acqua sanitaria produce un abbassamento della pressione e la conseguente attivazione della caldaia.
I pressostati per aria trovano invece applicazione negli impianti frenanti di treni e autotreni, come parte del sistema di sicurezza dell’impianto oppure nei compressori d’aria nelle industrie.
I pressostati per liquidi, benzine, oli minerali e combustibili hanno infine molte applicazioni nel settore automotive, in particoalr modo nel motore e negli apparati di movimentazione oleodinamici.

 

Pressostati differenziali per impianti di condizionamento e ventilazione

I pressostati differenziali sono caratterizzati dall’utilizzo di un diaframma che viene mosso da due forze: la pressione da monitorare e un’altra pressione contrapposta.
I pressostati differenziali trovano applicazioni in ambienti civili, commerciali e industriali; in particoalr modo vengono utilizzati su impianti di condizionamento e ventilazione per:

  • Controllo di intasamento di filtri e del loro corretto funzionamento;
  • Controllo di depressione e sovrapressione;
  • Interruzione dell’alimentazione di batterie in assenza di aria.

 

Per scoprire tutta la nostra offerta per pressostati, pressostati per acqua e per liquidi e pressostati differenziali, contatta subito il nostro team di esperti. Ti aspettiamo!

Iscriviti alla nostra newsletter