Sensore di CO2 affidabile per ogni applicazione

Il nostro sensore di CO2 utilizza la tecnologia a infrarossi NDIR per misurare la concentrazione di anidride carbonica nell’ambiente o all’interno di miscele di gas.

Una sorgente a infrarossi genera un fascio che attraversa la miscela da analizzare; durante il percorso la presenza di CO2 attenua il fascio a determinate frequenze e tale attenuazione dipende dalla concentrazione del gas.

Filtra per marchio

Ogni gas ha specifiche frequenze di assorbimento e per questo è possibile misurare in modo preciso e selettivo la presenza e la quantità della sola CO2, anche in presenza di altri gas. Ogni rilevatore di CO2 viene calibrato singolarmente.

L’uscita dei nostri sensori di CO2 è digitale, normalmente UART TTL.
Applicazioni tipiche per il sensore di CO2 sono la costruzione di trasmettitori utilizzati per:
-Ottimizzare la ventilazione degli ambienti chiusi,
-Regolare l’apporto di CO2 nelle serre per stimolare lo sviluppo delle piante,
-Verificare che non ci siano in ambiente concentrazioni di anidride carbonica tali da limitare la capacità di attenzione delle persone
-Verificare che in ambiente non ci sia una quantità di CO2 nociva per le persone

Rilevatore di CO2

Nella misurazione mediante rilevatore  CO2, il valore massimo ammesso perché l’anidride carbonica non diventi nociva è 5.000 ppm, a 15.000 ppm manca il respiro e la frequenza cardiaca aumenta, a 80.000 ppm l’aria non è compatibile con la vita.

La tecnologia infrarossi NDIR permette la misura precisa e stabile nel tempo della concentrazione dl CO2: il nostro sensore di CO2 può lavorare per 15 anni con piccole variazioni dei valori misurati.

L’algoritmo di auto-calibrazione ABC, brevettato dal costruttore, compensa automaticamente e di continuo il valore di zero del rilevatore CO2, garantendo una stabilità nel tempo senza uguali.

Iscriviti alla nostra newsletter