Sensore pressione differenziale: caratteristiche e funzionalità

Tra la vasta gamma di prodotti per la misurazione della pressione offerti da Repcom, vi è una particolare tipologia di sensore pressione differenziale, in grado di apprezzare frazioni di Pascal con precisione e affidabilità uniche.

Filtra per marchio

Si tratta di un vero e proprio sensore di flusso “travestito” da sensore di pressione: il gas scorre tra le due porte del sensore attraverso un microcanale, viene riscaldato e, sfruttando la sua capacità di trasportare il calore, vengono “contate le molecole” che passano nel canale e calcolata la differenza di pressione applicata alle porte.
L’assenza di parti meccaniche in movimento garantisce una lunga durata senza variazioni delle caratteristiche di funzionamento, oltre che l’assenza di fenomeni di isteresi e di drift dello zero.
Il nostro sensore pressione differenziale è calibrato e compensato in temperatura su un ampio intervallo, offrendo ottima precisione e risoluzione, specialmente alle pressioni più basse.

Usi del sensore di pressione differenziale

Utilizzo tipico del sensore pressione differenziale è la misura del flusso di aria in grandi canalizzazioni e con grandi portate ma anche in piccoli tubi con piccoli valori di flusso; in ogni caso è sufficiente creare e caratterizzare un’opportuna struttura meccanica che provochi una piccola caduta di pressione misurabile dal sensore in configurazione di bypass, e il gioco è fatto.

In molte applicazioni i sensori di pressione differenziali sono un’alternativa tecnicamente ed economicamente valida a un sensore di flusso finito; ciò è possibile grazie alle loro caratteristiche uniche: precisione e stabilità nel tempo.

Settori tipici in cui vengono applicati i sensori pressione differenziale sono HVAC (verifica intasamento dei filtri e misura della portata di aria negli impianti di ventilazione) nel settore automotive (misura della portata di aria in ingresso al motore) e quello medicale per la misura della portata di aria inspirata ed espirata dal paziente.

Iscriviti alla nostra newsletter