Sensori di concentrazione gas

La misura della concentrazione dei singoli gas componenti le miscele è di grande attualità in molti campi:

  1. Ambientale, per verificare lo stato dell’aria che respiriamo,
  2. Comfort, perché la nostra permanenza in ambienti chiusi sia gradevole e sana,
  3. Analisi, negli strumenti di misura da laboratorio e medicali fissi e portatili,
  4. Sicurezza, perché molti gas sono nocivi e spesso non siamo in grado di percepirne la presenza.

I nostri sensori di concentrazione gas utilizzano la tecnologia a infrarossi NDIR per misurare la concentrazione di un determinato gas nell’aria o in generale in una miscela gassosa.
Questa tecnologia si basa sul fatto che un gas assorbe la luce che lo attraversa, se essa ha determinate frequenze.
All’interno della camera di misura del sensore, una sorgente a infrarossi genera un fascio luminoso (fascio di misura) che, dopo essere stato filtrato, attraversa la miscela da analizzare; durante il suo percorso, la presenza di un determinato gas attenua il fascio luminoso e tale attenuazione è funzione della concentrazione del gas. Ogni gas ha delle frequenze tipiche di assorbimento e per questo è possibile misurare in modo preciso e selettivo la presenza e la quantità del singolo gas.
Inoltre i nostri sensori di concentrazione gas hanno un secondo fascio IR (fascio di riferimento) la cui frequenza è lontana dalla frequenza di assorbimento tipica del gas target e che quindi passa pressoché indisturbato attraverso la camera di misura.
Facendo la differenza tra le intensità dei due fasci, si ottiene un valore dipendente dalla concentrazione del gas e non influenzata da fattori esterni quali le variazioni fisiologiche della luminosità della sorgente IR e i depositi di impurità all’interno della camera di misura.

Perché la misura sia precisa, ogni sensore gas deve essere costruito (sorgente, rilevatore a infrarossi e lunghezza del sensore) ad hoc per ogni gas e calibrato con esso.
L’uscita dei sensori di gas proposti da Repcom è digitale, normalmente UART TTL ma sono disponibili anche versioni con uscite analogiche oppure con il bus di campo RS485 con protocollo MODBUS.

I sensori misuratori di gas determinano la concentrazione di numerose sostanze: Ossido di Carbonio (CO), Anidride Carbonica (CO2), Metano, Propano, Etilene, Esafluoruro di Zolfo (SF6), Anidride Solforosa (SO2), Gas refrigeranti.

Applicazioni tipiche sono l’analisi delle emissioni, controllo delle atmosfere nello stoccaggio del cibo, le rilevazioni ambientali di sicurezza, il biogas e la rilevazione delle perdite negli impianti di alta tensione.

La nostra forza è la consulenza professionale e personalizzata

Non sai quale sensore sia più indicato per la tua applicazione? Vorresti un parere tecnico per scegliere il prodotto giusto?  

Chiamaci adesso al numero:
+39 039 6093756

    Oppure compila il modulo: verrai ricontattato appena possibile: